Gli studi cinematografici del Marocco tra i più grandi del mondo

Non solo Hollywood e Bollywood. Anche il Marocco si classifica tra i luoghi preferiti dalle società di produzione per girare film e serie tv. La colorata terra dei berberi, ricca di cultura, paesaggi suggestivi, diverse strutture patrimonio dell’Unesco, e una luce naturale pazzesca che fa risaltare i colori, è stata e continua a essere il set ideale per una miriade di pellicole. 

In particolare, la cittadina di Ouarzazate, nella zona centrale del paese e vicinissima al deserto del Sahara, ospita un complesso di studi cinematografici tra i più grandi al mondo. Per questo è stato conferito alla città l’appellativo di “Hollywood africana”. 

A qualche chilometro da Ouarzazate, si trova il più vecchio dei tre principali studi cinematografici del paese: gli Atlas Corporation Studios. Furono fondati nel 1983 dal produttore e imprenditore marocchino Mohamed Belghmi. Gli altri due sono i Kanzaman Studios, che dal 2004 ospitano al proprio interno una scuola di cinema, e i CLA Studios, nati nel 2004 da una collaborazione tra l’imprenditore marocchino Saïd Alj e il produttore cinematografico Dino De Laurentiis.

Ancor prima della loro fondazione, già a partire da metà 900, diversi registi scelsero questa location per i propri film. Tra questi: Alì Babà e i quaranta ladroni (1954), Lawrence d’Arabia (1962) e Patton, generale d’acciaio (1970). Da allora è stato un crescendo e sempre più star del cinema hanno iniziato a interpretare i propri personaggi nelle magiche ambientazioni marocchine.

Se film come 007-Zona pericolo e Le mille e una notte di Philippe Le Broca li conosciamo per sentito dire, è impossibile non aver visto almeno una volta nella vita due grandi classici come Il gladiatore La mummia. Le scene che riprendono la scuola di gladiatori e quelle della prigionia del personaggio interpretato da Russel Crowe sono state tutte girate in Marocco. I boschi di cedro che si trovano sulla strada per andare a Erfoud hanno invece fatto da location a La mummia e anche a Prince of Persia

Nel 2001 Brad Pitt interpreta un agente della CIA nel film d’azione Spy Game, per poi tornare sul posto nel 2006 nelle vesti di Richard Jones per il film vincitore del Premio alla miglior regia del Festival di Cannes, Babel. Orlando Bloom si è recato in Marocco per interpretare un maniscalco francese diretto in Terra Santa nel film Le crociate – Kingdom of Heaven. Insomma, sono davvero tanti gli attori famosi che hanno recitato in quelle terre: da Penelope Cruz a Brendan Fraser, da Matthew McConaughey a Tom Cruise.

Oltre ai film per il cinema, anche serie tv sono state girate in Marocco. Ricordate la città di Astapor ne Il Trono di Spade? Non è altro che Essaouira, una città portuale marocchina. E la città schiavista Yunkai? Quella in realtà è il villaggio di Ait Ben Haddou, situato tra il deserto del Sahara e Marrakech.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 6 =