George Clooney: 60 anni di successo

Lo scorso 6 maggio George Clooney ha compiuto 60 anni, con la sua scia di successi e fantastiche esperienze. Ancora oggi è per molti un sex symbol e sembra difficile pensare che abbia davvero questa età, vista la sua splendida forma e anche perché ancora lo immaginiamo e ricordiamo nei tanti ruoli che ha recitato, sempre affascinante e atletico. 

Clooney è nato a Lexington nel 1961 ed è cresciuto in una famiglia già legata allo spettacolo. Il padre era infatti un conduttore televisivo, mentre la madre partecipava a concorsi di bellezza e lo zio era il noto attore José Ferrer. Ha studiato tra Cincinnati (Ohio) e Augusta (Kentucky), e anche se non si è mai laureato, a scuola era un bravo giocatore di basket baseball, sognando di ricevere un contratto da professionista. Purtroppo non si è mai aperta per lui la strada di giocatore sportivo, mentre già da ragazzo aveva trovato spazio in alcune serie tv. Dopo diversi anni di gavetta, un colpo di fortuna è arrivato nel 1994, quando ha avuto una parte nella serie tv della NBC “E.R. – medici in prima linea”, che avrebbe poi avuto 15 stagioni di grande successo fino al 1999. 

Il ruolo nella serie E.R. gli è anche valso il titolo di “uomo più sexy del mondo” (per la rivista People). In seguito, con il suo amico e socio Steven Soderbergh, progetta prima “Out of Sight” (1996) e poi “Ocean’s Eleven” (2001) arrivando a sbancare il box office.

In seguito, Clooney ha partecipato ad altri film di spicco come “Batman & Robin”, “Fratello dove sei?” e “La sottile linea rossa”.

Sulla sua vita sentimentale si sa ben poco, visto che Clooney è molto riservato, ma nel 2013 è arrivata la notizia della sua frequentazione con l’avvocatessa Amal Alamuddin, che avrebbe poi sposato nel 2014. Tre anni dopo, la coppia ha messo al mondo due gemelli. La coppia ha avuto un tale successo che a un certo punto si pensava che i due sarebbero giunti alla Casa Bianca, anche per il loro impegno in ambito sociale e politico.

Nonostante i premi ricevuti come attore e regista, Clooney ha affermato che per lui sposare Amal è stato come “vincere al jackpot e la lunga pausa del lockdown, pur con tutte le sue difficoltà, ci ha reso ancora più uniti e più forti. Fare il marito e il padre è meglio che vincere l’Oscar”. E due sono stati i premi che ha vinto: uno come attore co/protagonista per “Syriana” (di cui è stato anche regista) e l’altro come produttore di “Argo” diretto a Ben Affleck. 

Infatti Clooney non ha avuto successo soltanto come attore, ma anche come regista, e il suo lavoro più celebre è stato “Good Night and Good Luck” del 2005. 

Prossimamente torneremo a vederlo nelle vesti di attore, in coppia con Julia Roberts, nel melodramma romantico “Ticket to Paradise” girato in Australia e fermato temporaneamente a causa del Covid. Bisognerà aspettare il 2022, ma ne varrà sicuramente la pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 11 =