Andrea Mascetti: chi decide sull’istruzione dei figli? Il focus sul sito dello Studio Legale Mascetti

Andrea Mascetti

Fondato dall’avvocato Andrea Mascetti nel 2004, lo Studio Legale Mascetti si pone “ogni giorno la domanda di come declinare il nostro lavoro di professionisti del Diritto con le aspettative e gli interessi dei nostri clienti”. Nelle parole dell’avvocato emergono i punti di forza dello SLM: la capacità di muoversi abilmente “in un contesto dove la complessità normativa e la velocità dei tempi di reazione sembrano non concedere tregua”, la multidisciplinarietà delle competenze maturata nel tempo ma anche l’impegno “verso l’eccellenza, che è fatto di studio e di aggiornamento, a cui si affianca una profonda dedizione verso il nostro lavoro”.

Quest’ultimo aspetto emerge anche nei numerosi contributi che i professionisti dello Studio guidato da Andrea Mascetti curano per il sito: approfondimenti dedicati agli ambiti giuridici di cui si occupano nel corso della loro attività professionale. In uno dei più recenti, ad esempio, l’avv. Marta Cipriani analizza il caso di “due coniugi vicentini legalmente separati, entrambi intenzionati a trasmettere alla figlia secondogenita il proprio credo, con posizioni opposte circa la possibilità di iscriverla o meno all’ora di religione a scuola”.

Ripercorrendo l’iter processuale che ne è seguito, l’articolo si sofferma sulla  pronuncia della Corte di Cassazione n. 6802 del 7 marzo 2023, che “ha precisato come, in ipotesi di contrasto tra genitori separati, la scelta spetti proprio al giudice, in applicazione dell’art. 337 ter c.c., il quale dovrà effettuare una valutazione concreta dei fatti, libera da convinzioni personali, bensì orientata esclusivamente dal criterio-guida dell’interesse preminente del minore ad una crescita sana ed equilibrata”.

In attuazione di tale principio dunque “il perseguimento dell’interesse del minore potrebbe anche comportare l’assunzione di provvedimenti limitativi dei diritti individuali della libertà religiosa dei genitori, laddove la loro esplicazione dovesse determinare conseguenze pregiudizievoli per il figlio, compromettendone la salute psichica e lo sviluppo”.

Questo e altri approfondimenti in materia di diritto civile, penale, ambientale, amministrativo, L. 231, Enti e società pubbliche, PPP, whistleblowing sono consultabili sul sito delle Studio Legale che Andrea Mascetti ha fondato nel 2004 a Varese e che tuttora guida anche nella nuova sede di Milano.

Per maggiori informazioni:

https://www.studiolegalemascetti.it/slm-news-genitori-separati-in-disaccordo-sulle-scelte-di-istruzione-del-figlio-prevale-linteresse-del-minore-ad-una-crescita-sana-ed-equilibrata/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =