Società

Alessandro Benetton: imparare l’inglese seguendo i propri desideri

Imparare l'inglese si può e si deve: si tratta della lingua che rompe i confini, la lingua del digitale. L'inglese è uno strumento fondamentale sul lavoro e nella vita, soprattutto per gli imprenditori e per chi aspira a realizzare un progetto che travalichi i confini nazionali. Di questo argomento si è occupato Alessandro Benetton in un recente episodio di "#UnCaffèConAlessandro", la rubrica social condivisa anche sulle pagine online del "Corriere della Sera". "Non è sempre facile, è un compito difficile se non si ha la giusta motivazione e non si sa bene il perché bisogna farlo", commenta l'imprenditore. Nel video quindi emergono due interrogativi fondamentali, sui quali bisogna chiarirsi le idee prima di procedere nell'apprendimento dell'inglese: il perché e il come. "Non ci sono scorci

Read More
Società

Federico Motta Editore: le origini del fumetto e gli studi di Umberto Eco

Il fumetto è ancora oggi uno dei generi più amati dai lettori, soprattutto da quelli più giovani. Come però ricorda Federico Motta Editore, per diversi anni il genere è stato visto esterno alla cultura: tra i primi italiani a riconoscere la dignità artistica dei fumetti e a studiarli dal punto di vista analitico fu Umberto Eco nei suoi studi di semiotica.Il semiologo, filosofo, scrittore e linguista italiano ha abbracciato diversi ambiti della comunicazione nel suo percorso di studi, inclusa la cultura di massa. Umberto Eco, che utilizzava un approccio originale nei confronti del fumetto, viene descritto dallo scrittore Gianrico Carofiglio come "un dotto professore il quale aveva il coraggio di scrivere che Charles M. Schulz, il creatore dei Peanuts, faceva poesia". Si annullò così quella...

Read More
Cultura

Strabiliante scoperta archeologica: ritrovati a Roma i resti fossili del primo lupo d’Europa

Sembrerebbe quasi essere la conferma della leggenda che fin dall’antichità i romani raccontano con orgoglio: quella della lupa che fondò Roma. Questa volta però non si tratta di miti e leggende, bensì di una clamorosa scoperta archeologica. Nella capitale italiana è stato infatti ritrovato il fossile del primo lupo d’Europa. Il ritrovamento, avvenuto a Ponte Galeria (nella zona sulla via Portuense) ad opera di un team di paleontologi e geologi del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università La Sapienza e del Dipartimento di Scienze della Terra “Ardito Desio” di Milano, ha riportato alla luce i resti di un cranio fossile di canide di grandi dimensioni risalente a 400.000 anni fa. È stato grazie alla ricostruzione in 3D che si è potuto identificare il fossile come “il più antico ...

Read More
Editoria

“Diario di volo”, nel libro di Paolo Gallo una guida alla transizione digitale: “Evoluzione e innovazione devono essere costanti”

"La trasformazione digitale ha come impatto un cambiamento importante nel modo di lavorare delle persone all'interno dell'azienda. È qualcosa in continuo divenire e non 'semplicemente' la trasformazione degli asset da tradizionali a digitali, ma coinvolge processi e persone": è con queste parole che Paolo Gallo, ingegnere aeronautico e Amministratore Delegato di Italgas, presenta il suo nuovo libro "Diario di volo. Come guidare la trasformazione digitale tra innovazione e sostenibilità". Edito da Luiss University Press, il volume nasce con l'intento di offrire spunti di riflessione sul tema della Digital Transformation partendo dall'esperienza concreta di Italgas. Negli ultimi cinque anni il primo operatore in Italia nella distribuzione del gas ha dato il via ad un profondo processo di cam...

Read More
Arte

Asta record per Magritte: l’impero delle luci vale 52 milioni di euro

Helena Newman, responsabile per l’Europa di Sotheby’s, ha annunciato la presenza del quadro nella prossima asta del 2 marzo a Londra: "L’impero delle luci riunisce due elementi fondamentali della vita quotidiana – il giorno e la notte – su una tela paradossale". Magritte ha realizzato il quadro nel 1961 e l’ha dedicato ad Anne Marie Gillion Crowet, figlia del mecenate Pierre Crowet, amico storico del pittore. Di certo non si sarebbe mai aspettato che il suo "empire des lumières" arrivasse non solo a essere considerato una delle opere più rappresentative del surrealismo, ma anche a raggiungere una stima di 52 milioni di euro da parte di Sotheby’s. La famosa tela, finora, aveva fatto parte della collezione della famiglia Crowet, gentilmente concessa in prestito al Museo Magritte di Bruxe...

Read More
Cultura

Sumatra: la scoperta di un terremoto durato 32 anni

Risale al 1861 quello che viene definito il terremoto più lungo della storia, ancora oggi oggetto di studio degli esperti per evitare che un fenomeno simile possa ripetersi in futuro. In Indonesia, presso l’isola di Sumatra, circa 160 anni fa un terremoto di magnitudo 8.5 provocò la morte di migliaia di persone elevando un muro di acqua che colpì la zona costiera dell’isola. Quello che poteva apparire come un terremoto come tanti altri, si rivelò essere la fase culminante di un terremoto “silenzioso” iniziato circa 32 anni prima. Terremoti di questo tipo prendono il nome di “eventi di scivolamento lento”, con una durata di vari giorni, mesi o addirittura anni. Ma anche all’interno di tale categoria così particolare, il terremoto di Sumatra resta un caso eccezionale, perla sua durata tr...

Read More
Società

Elezioni e PNRR, Andrea Prencipe: tempo di sfida anche per il sistema educativo italiano

Intervistato dal sito web "BusinessLIVE", Andrea Prencipe, dal 2018 Rettore dell'Università Luiss Guido Carli, affronta il tema delle elezioni del Presidente della Repubblica e delle sfide future che anche il sistema educativo di istruzione e di formazione dovrà affrontare. La pressione politica che aleggia in Italia si traduce frequentemente nell'aumento, come si sta attualmente vivendo, del costo dell'energia: in questo contesto, come grande nazione manifatturiera, l'Italia è colpita duramente dalle dinamiche geopolitiche. La fase di stabilità però è ben percepita in modo trasversale non solo dalle imprese e dal sistema industriale, ma anche dal sistema universitario e dai cittadini in generale: in Italia soffia un vento di ottimismo grazie alla sicurezza creata, in un certo senso, dal G

Read More
Cultura

La storia dell’Unione Sovietica e del suo declino approfondita nelle opere di Federico Motta Editore

Ricorrono i 30 anni dallo scioglimento ufficiale dell'Unione Sovietica, avvenuto il 26 dicembre 1991. Per l'occasione, Federico Motta Editore ha deciso di ripercorrere i punti salienti di questo importantissimo evento storico. Per ricostruire approfonditamente gli avvenimenti, la Casa Editrice mette a disposizione diverse opere di grande valore: grazie al saggio di Andrea Possieri, pubblicato su Historia e intitolato "La rivoluzione russa", si ha la possibilità di apprendere come nacque l'URSS. Consultando invece l'Enciclopedia Motta e i Decenni si è in grado di ricostruire efficacemente tutta la storia della Russia di quell'epoca, in modo da avere un quadro chiaro e completo degli avvenimenti, dalla crisi dei primi anni del 1900 alle "Tesi di aprile", dall'insurrezione armata del partito

Read More
Società

Fabio Inzani: il progetto per la scuola Scialoia

Fabio Inzani, ingegnere edile e Presidente di Tecnicaer, società specializzata nella progettazione di strutture scolastiche, militari, carcerarie, terziarie, ospedaliere e sanitarie, ha realizzato un progetto davvero innovativo per la scuola Scialoia di Milano. L'idea è quella di una scuola parco concepita come civic center, dove spazi come la palestra, i laboratori e la biblioteca possono essere utilizzati anche al di fuori degli orari scolastici. Per renderlo possibile, tutti gli spazi sarebbero collegati internamente con la scuola ma dotati di ingressi esterni, adiacenti a una zona parcheggi pubblici. L'infermeria e un locale CED per la gestione di tecnologie e apparecchiature informatiche andrebbero invece a completare la zona ingresso, costituita da un ampio atrio aperto e luminoso il

Read More
Istruzione

Alessandro Benetton: cambiare percorso universitario non deve fare paura

"Che cosa ci faccio qui?": tutti prima o poi, durante gli anni di università, se lo domandano. È proprio da questa domanda che nasce la riflessione di Alessandro Benetton in un recente episodio della sua rubrica social "#UnCaffèconAlessandro". L'imprenditore alla guida di 21 Invest è un sostenitore del cambiamento: costruttivo, basato sull'esperienza e sul ragionamento. Cambiare strada, spesso, è sintomo di consapevolezza di sé e di crescita. "Ci hanno sempre insegnato a prendere una strada e mantenerla. Diamo per scontato che questo sia corretto e anzi, se per caso ci viene in mente di voler cambiare il corso di studi ci sentiamo sbagliati e ci sentiamo dei falliti. Veniamo assaliti da sensi di colpa e dubbi. Ma è davvero una cosa così sbagliata?" Alessandro Benetton afferma con decisione...

Read More